Altre ricette con:

POLPETTE CACE E OVE

Le polpette o “pallotte cace e ove, posso dire che sono uno dei cavalli di battaglia della cucina abruzzese che come tutti i piatti poveri derivano dalla tradizione contadina e nascono per far fronte al bisogno della famiglia difronte alla scarsità di carne, soprattutto durante la guerra.
Nei primi anni del secolo scorso durante la guerra, le case contadine venivano saccheggiate di ogni bene ed i contadini per sopravvivere cercavano di nascondere quello che potevano come del formaggio, qualche pezzo di pane e delle uova sotto i mattoni. E le donne per poter sfamare i propri figli e tutta la famiglia inventarono queste deliziose polpette che continuarono a cucinare anche dopo la guerra per altri motivi.
In ogni località d’Abruzzo c’è la sua versione delle “pallotte” con qualche aroma o ingrediente in più o in meno ma quello che resta sempre come ingrediente principale sono il formaggio e le uova.
Noi oggi siamo fortunati perché grazie alla loro bontà le “pallotte cace e ove” vengono ancora preparate non solo da molte massaie abruzzesi ma anche da chef che non rinunciano a presentare nei loro ristoranti anche i piatti della tradizione.

Ingredienti per le polpette:

  • pane raffermo 400 g
  • pecorino grattugiato 200 g
  • parmigiano 100 g
  • uova 4
  • latte per ammollare il pane
  • bicarbonato un pizzico
  • latte 1 cucchiaio per sciogliere il bicarbonato
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo

Ingredienti per il sugo:

  • passata di pomodoro o pomodori pelati 1 kg
  • aglio in camicia 1 spicchio
  • olio evo 3 cucchiai
  • sale
  • maggiorana
  • basilico

Preparazione:

Iniziare preparando un semplice sugo al pomodoro con olio evo, spicchio di aglio, passata di pomodoro, sale, maggiorana e basilico.
Versare il pane raffermo privato della crosta in una terrina e ricoprire con il latte.
Lasciar ammollare.
Rompere le uova in una ciotola, salare, pepare e aggiungere i formaggi grattugiati con il prezzemolo.
Strizzare il pane ed unirlo al composto di uova con aggiunta del bicarbonato sciolto nel latte.
Se il composto dovesse risultare troppo morbido aggiungere del pane grattugiato.
Lasciar riposare il composto e poi formare tante piccole polpette da friggere in olio di semi di girasole bollente.
Scolare velocemente su carta assorbente e poi tuffare nel sugo caldo di pomodoro preparato precedentemente.
Portare a cottura per 20 minuti.

Il bicarbonato nelle polpette serve per renderle più soffici e gonfie.

Altre ricette con: