Altre ricette con:

ZUPPA DI FAVE SECCHE E PASTA

Zuppa di fave secche e pasta

Ricetta media difficoltà
Tempo di preparazione: 30 minuti per ammollare le fave secche
Tempo di cottura: 1 ora
Costo: economico

Con l’arrivo dell’autunno la zuppa di fave secche e pasta è perfetta da portare in tavola sia a pranzo che a cena e pure nei giorni di festa.

Per questa zuppa ho usato le fave secche La Favalanciata conservate sottovuoto e arrivate direttamente dalla coltivazione dell’omonimo paesino in provincia di Ascoli Piceno.

Prodotti naturali, legumi sempre a portata di mano da usare secondo i propri gusti.
La zuppa di fave secche e minestra potrebbe essere perfettamente usata come portata unica.
Io la preparo con del brodo vegetale che preparo in diverse versioni, sia essiccato che umido. Per la ricetta del dado cliccate qui.

Ingredienti per 2 persone:

  • fave secche La Favalanciata 110 g
  • carota 1
  • sedano 1 costa
  • scalogno 1
  • brodo vegetale 2 l (fatto con sedano carota e cipolla)
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva 2 cucchiai
  • pasta tipo ditalini 100 g

Preparazione:

Lavare sotto acqua corrente le fave secche, metterle in ammollo in acqua fredda per 30 minuti.
Preparare il brodo vegetale, filtrarlo e tenerlo caldo a fuoco medio.
Preparare una piccola dadolata di sedano, carota e scalogno e soffriggerli in 2 cucchiai di olio evo a fuoco dolce.
Quando le verdure si saranno ammorbidite unire le fave ammollate e scolate e 3 mestoli di brodo bollente.
A fiamma alta far prendere il bollore alle fave e cuocere per 40 minuti continuando ad aggiungere il brodo sempre bollente ogni volta che si riduce.
Tenere la fiamma media in questa fase della cottura, mai bassa.
Dopo 40 minuti, con il frullatore ad immersione, frullare una parte della zuppa.
A me piace lasciarne una parte con i pezzi.
Unire ora la pasta e portare a cottura.
Se ce ne fosse bisogno aggiungere qualche mestolo di brodo.
Servire la zuppa con un filo di olio a crudo.

Altre ricette con: