Altre ricette con:

GIARDINIERA SOTT’ACETO

il

Giardiniera sott’aceto, quella di una volta con l’olio extravergine di oliva che si sa di aceto ma che lascia in bocca tutta la dolcezza dell’olio quello buono.

Se credete che preparare la giardiniera sia difficile vi sbagliate di grosso perché non c’è niente di più facile, l’unico accorgimento è riuscire a lasciare croccante la verdura.

Potreste procedere con la cottura di un ortaggio alla volta ma poi rischierete di avere il liquido ridotto insufficiente poi per completare i barattoli per non parlare delle infinite cotture.

Per la mia giardiniera iniziate a versare nell’aceto in ebollizione i fagiolini e le carote a seguire dopo qualche minuto delle alte a seconda del loro tempo di cottura.
Vedrete che in 30 minuti avrete la vostra giardiniera bella e pronta.

Per una giardiniera sott’aceto più limpida potrete usare l’olio di semi di girasole o di arachidi, ma poi si, sarà più limpida a guardarla ma meno dolce nel mangiarla.
A voi la scelta, seguite il vostro palato, l’importante è non cambiare il procedimento e le dosi.

Ingredienti:

  • fagiolini 300 g
  • carote 300 g
  • peperoni rossi e gialli 1 kg
  • sedano solo i gambi bianchi 100 g
  • cipolline 300 g
  • cavolfiore 300 g
  • zucchine 200 g
  • aceto 1 l
  • olio ovo o di semi 100
  • zucchero 80 g
  • sale 1 cucchiaio

Preparazione:

Lavare e pulire le verdure.
Privare i fagiolini dal loro filo.
Tagliare le verdure a pezzi medi.
Mettere a bollire l’aceto con l’olio, il sale e lo zucchero.
Quando il liquido sarà nel pieno del bollore versare i fagiolini e le carote, far bollire per 5 minuti.
Aggiungere il sedano, il cavolfiore ed i peperoni, far alzare ancora il bollore e cuocere per altri 5 minuti.
Per ultimo unire le zucchine e le cipolline, bollire per 3 minuti.
Spegnere il fuoco, lasciar raffreddare la giardiniera, dopodiché disporla nei barattoli sterilizzati e tapparli ermeticamente.
La giardiniera è pronta.

Altre ricette con: