Altre ricette con:

PASTA ALLO SCARPARIELLO

Il condimento della pasta che vi propongo è un sugo semplicissimo che ha origini nei quartieri spagnoli di Napoli, dove i fabbricanti di scarpe potevano preparare nel retrobottega con pochissimi ingredienti che spesso erano avanzi della domenica ma soprattutto il condimento più abbondante era il formaggio che quasi sempre nelle case dei calzolai abbondava, dal momento che il loro lavoro, pur essendo molto apprezzato, purtroppo non sempre veniva ripagato in monete, bensì con beni primari e molto spesso formaggio.
Ancora oggi lo “scarpariello”, è uno dei piatti che rappresenta la nostra cucina, una ricetta apprezzata e riproposta per far felici tutti i commensali.
A differenza del procedimento originale, in cui veniva usato il ragù avanzato, oggi lo “scarpariello” si prepara utilizzando i pomodori pelati, o in alcuni casi anche i pomodorini freschi, ma vediamo cosa occorre per la ricetta completa che mi ha suggerito il mio caro amico Alfredo di origini beneventane.

Ingredienti per 4 persone:

  • pasta tipo scialatiello o trofie 400 g
  • pomodorini pachino e pendolino 500 g
  • parmigiano reggiano 12 mesi 100 g
  • olio evo
  • aglio 1 spicchio
  • basilico
  • sale e pepe

Preparazione:

Soffriggere nell’olio l’aglio assieme al peperoncino e quando l’aglio sarà imbiondito toglierlo.
Tagliare i pomodori freschi a pezzetti ed unirli al peperoncino.
Cuocere pochi minuti, salare e quando la pasta sarà cotta versarla nella padella con il sugo.
Aggiungere abbondante prezzemolo spezzato con le mani e mantecare fuori dal fuoco con abbondante parmigiano grattugiato.

Altre ricette con: